Venerdì 24 febbraio presso la chiesa ‘Bethel’ di Milano si è svolto il primo Raduno delle donne delle Chiese Elim del distretto Nord Est.

Dopo aver degustato delle ottime tisane, la serata si è aperta con i saluti di Elvia Mazzon (coordinatrice delle donne del Distretto Nord Est) e con alcuni canti proposti da una band tutta al femminile formatasi per l’occasione con il contributo di cantanti e musicisti provenienti dalle Chiese Elim di Bienate-Magnago, Como, Desio, Milano e Sesto San Giovanni. Durante i canti alcune sorelle hanno danzato con grazia davanti al Signore.

Il tema della serata è stato “Donne di valore” e il messaggio è stato portato da Rebeca Scuoppo, spagnola di origine, chiamata dal Signore in Italia, prima come moglie e socia in affari, poi a lavorare tempo pieno al fianco del marito, l’evangelista Dario Scuoppo.

Rebeca come prima cosa ha raccontato la sua testimonianza e poi ha iniziato la sua predicazione leggendo Proverbi 31:10: “Una donna di virtuosa chi la troverà? Il suo valore supera di molto quello delle perle”. Dio ci vuole donne di valore, anche se a volte non siamo le donne sagge che Dio vorrebbe. Spesso permettiamo al diavolo e alle circostanze di mettere in dubbio la nostra posizione e il nostro ruolo nel Regno di Dio. A questo proposito, Rebeca ci ha fornito una immagine molto bella: in Genesi 3:14 leggiamo che Dio ha condannato Satana a strisciare per terra. Le donne nelle mani di Dio hanno un grande potenziale e Satana lo sa, quindi cerca di abbassare le donne e le trascina per terra al suo livello in modo tale da poterle ingannare e insidiare, cercando con ogni mezzo di minare la loro autostima… ma noi siamo tutte lavate dallo stesso Sangue di Gesù e siamo chiamate ad essere leonesse che combattono per il regno di Dio. Lo Spirito Santo ha solo parole di benedizione per la nostra vita: non dobbiamo farci scoraggiare da quello che ci dice Satana, ma dobbiamo credere che Dio compirà quello che ha promesso.

In 2 Timoteo 2:26 leggiamo che dobbiamo imparare a riprendere le benedizioni che Dio ha per noi e per la nostra vita, ma come possiamo farci modellare da Dio per diventare le donne di valore che Dio vuole?

Prima di tutto dobbiamo riconoscere che ci sono delle priorità che non possiamo modificare e che devono restare in questo ordine: Dio al primo posto, poi la nostra famiglia e in terzo luogo il nostro ministero per Dio.

Rebeca ha condiviso con noi cinque chiavi per diventare donne di valore:

1) “Prima prega, poi decidi”. A volte noi corriamo e facciamo un sacco di cose, mentre lo Spirito è ancora indietro… a volte corriamo più di Dio, mentre dobbiamo imparare a pregare prima di prendere le decisioni.

2) “Fatti cambiare da Dio”. In Efesini 4:24 leggiamo: “Dovete diventare uomini nuovi, creati simili a Dio per vivere una vita santa e retta. Rivestitevi allora di questa nuova natura!”: una donna di Dio sa che se vuole vedere cambiare le situazioni deve pregare, ma deve anche essere disposta a cambiare. Dobbiamo pensare che siamo noi a dover cambiare per prime e solo così potranno cambiare le cose intorno a noi.

3) “Rispetta la tua famiglia e tuo marito”. In Efesini 5:33 troviamo un importante ammaestramento: “L’uomo deve amare sua moglie come ama se stesso; e la moglie deve rispettare suo marito”. Questo non significa essere oppressa dal proprio marito, ma vuol dire vivere al suo fianco dandogli l’onore e il rispetto perché Dio ha stabilito l’uomo come capo della casa.

4) “Servi Dio in chiesa e in casa”. Non abbiamo scuse per non servire Dio: a volte ci lamentiamo per mancanza di tempo, per gli impegni in famiglia o per lo studio… ma tutte queste cose non devono mai trasformarsi in scuse per allontanarci dal servizio per Dio.

5) “Vivi nel perdono”. Per essere donne sagge dobbiamo imparare a vivere perdonando continuamente. Il perdono non è un sentimento, ma una decisione. Se noi non perdoniamo, nemmeno Dio può perdonarci.

Al termine del messaggio, c’è stato un momento di preghiera durante il quale il Signore ha potuto sigillare con la Sua presenza tutto ciò che avevamo ascoltato.

È stata una serata veramente benedetta, con un messaggio potente e nello stesso tempo molto pratico! È stato emozionante vedere circa 200 donne provenienti da chiese diverse, da paesi e nazioni differenti unirsi per lodare lo stesso Signore e sono convinta che ciascuna di noi sia uscita dalla riunione con la consapevolezza del ruolo che Dio ci ha assegnato e con la volontà di alzarsi per combattere e vedere le risposte del Signore nella nostra vita e per fare la differenza nel mondo in cui viviamo come vere donne di valore!

 

Maura De Martini