CONVEGNO PASTORALE CHIESE ELIM – BUSSOLENGO (VR)  31 ott. – 2 nov. 2016

PER LO SPIRITO DI DIO – Pastore dr. GIUSEPPE CROCE

 

note-past-croce-per-lo-spirito-di-dio

 

PER LO SPIRITO DI DIO – Pastore dr. GIUSEPPE CROCE

Il pastore, nonché Presidente delle chiese Elim Giuseppe Croce riassume nel suo intervento il tema del Convegno: ‘Badate a voi stessi!’. Ogni relatore ha dato un taglio diverso a questa esortazione.

Per il pastore Bernarducci, “badate a voi stessi” è un invito a esaminare il proprio cuore… “Morirei per Cristo?”

Il pastore Pellerito invece, ci invita alla coerenza: affinché il mandato non decada è indispensabile che interpretiamo con il nostro comportamento quanto predichiamo.

Il pastore Nunzio Iozza, cambia registro e “badate a voi stessi” diventa un filo sottile con il bisogno che anche i ministri hanno di intimità con il Signore, e quindi attenzione a riservarsi del tempo per l’intimità con Dio.

È l’ora del pastore Charles Owusu Affram, e per l’ennesima volta il monito cambia sonorità. “Badate a voi stessi” ora significa: “Il nemico vuole distruggere l’altare, sedersi sul trono, nelle vostre profondità c’è quel tempio, quindi…”

Così il Presidente tira le fila, e potrei dire che il messaggio in questo caso è come di apertura: “BADATE A NON CHIUDERVI IN VOI STESSI!”. L’invito è ad andare oltre…

Romani 5:1-5: ‘Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo fermi; e ci gloriamo nella speranza della gloria di Dio; non solo, ma ci gloriamo anche nelle afflizioni, sapendo che l’afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l’esperienza speranza. Or la speranza non delude, perché l’amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo che ci è stato dato’.

Il pastore Croce racconta: “I discepoli erano in balia dei venti e delle onde, il mare di Galilea quella notte era agitato, tuttavia Pietro e i suoi fratelli erano in un luogo sicuro, avevano Gesù con loro. La loro fede era ben ancorata, le onde non l’avrebbero abbattuta come un castello di sabbia”.

Quella barca era il loro recinto, un luogo dove stare tranquilli… ma, lo sappiamo, la chiamata di Cristo non ci porterà in un luogo sicuro del mondo. Ecco, questa è la dicotomia che non si spiega… la mondanità è pazzia per la fede, e la fede è pazzia per il mondo.

1 Corinzi 1:18: ‘Poiché la predicazione della croce è pazzia per quelli che periscono, ma per noi, che veniamo salvati, è la potenza di Dio’.

Così sappiamo che la pazzia della Fede va oltre ogni cognizione, oltre i precetti, oltre la legge stessa, perché Cristo ne è il compimento.

Quindi la giusta esortazione tra i saluti è: “BADATE BENE A… SEGUIRE LE IMPRONTE DEL SIGNORE!”.

Francesco Blagano

 

Per scaricare le note in formato .pdf, clicca il seguente link:

Note past. Croce – Chiusura Convegno Pastorale 31 ott-2 nov 2016